È la prima volta che ti affidi a un traduttore o una traduttrice per tradurre il tuo testo? Ecco tre consigli che potrebbero esserti utili per capire meglio come comportarti e cosa puoi aspettarti dal professionista che hai contattato.

#1 Fare domande

Può sembrare ovvio, ma è fondamentale che il professionista della traduzione e i suoi clienti viaggino sulla stessa lunghezza d’onda.

Per questo, la persona a cui viene affidato il testo da tradurre deve essere informata riguardo a tutte le peculiarità del progetto prima ancora di iniziare a lavorarci: le lingue di lavoro (in che lingua è il testo originale e in che lingua deve essere tradotto), la lunghezza del testo (in parole o in cartelle), le tue esigenze in termini di consegna, il formato del file, ecc.

Altre domande e richieste particolari potranno emergere nel corso della seduta di briefing o durante lo svolgimento della traduzione, per chiarire ad esempio punti oscuri o problematici. Viceversa, tu, cliente, potrai rivolgere al traduttore o alla traduttrice tutte le domande del caso prima, durante e dopo il processo traduttivo.

Consiglio: invia il prima possibile alla persona incaricata della traduzione tutti i materiali utili al progetto, come ad esempio guide di stile, materiali di riferimento, testi simili già tradotti per la tua azienda, glossari, ecc. Questi documenti ci consentono di svolgere al meglio il nostro lavoro fin dalle prime fasi, preparando un preventivo più accurato, e di capire fin da subito le tue aspettative.

#2 Essere disponibili

Attenzione, non sto dicendo che bisogna essere disponibili ventiquattro ore su ventiquattro. Nessuno dovrebbe esserlo, non tu, non il traduttore o la traduttrice a cui affidi i tuoi progetti. Tuttavia, da entrambe le parti è necessaria la massima puntualità nel rispondere alle email – il mio canale privilegiato – affinché il progetto venga svolto nei termini concordati e senza intoppi. Laddove la persona che si occupa della traduzione richieda chiarimenti al cliente, quest’ultimo dovrebbe rispondere il prima possibile per evitare inutili ritardi. Allo stesso tempo, l’esperto linguistico che si occupa del progetto di traduzione dovrà rispondere prontamente alle email ricevute da clienti esistenti e potenziali, altrimenti rischierà di perderli. Time is of the essence, come direbbero i nostri amici inglesi.

#3 Curare le relazioni professionali

Qualsiasi traduttore o traduttrice dovrebbe consegnare i progetti di traduzione a cui lavora nei tempi stabiliti e fornire un lavoro di qualità. Naturalmente può capitare di dover chiedere di spostare la scadenza prevista, ma dovrebbe trattarsi di casi rari, non certo della normalità.

È poi importante curare le proprie relazioni professionali. Se da un lato il professionista si impegnerà ad essere onesto rispetto alla sua disponibilità ad accettare nuovi incarichi, il cliente dovrà da parte sua essere trasparente riguardo al carico di lavoro richiesto (e non aggiungere via via materiale da tradurre dopo aver ricevuto una risposta positiva da parte del traduttore o della traduttrice).

Spesso, se un traduttore o una traduttrice non può accettare un incarico, sarà propenso a consigliarti un collega o una collega disponibili e/o più adatti per quel progetto, ad esempio perché specializzati proprio in quel settore. Se possiamo, infatti, ci fa piacere dare una mano ai clienti esistenti con cui abbiamo instaurato una relazione di fiducia, ma anche a chi ci contatta per la prima volta.

In cambio, però, ci aspettiamo lo stesso rispetto per il nostro lavoro: un cliente che salda le fatture rapidamente e rispetta il nostro essere traduttori e traduttrici indipendenti (ossia non alle sue dipendenze), entrerà a far parte della nostra rosa di clienti preferiti, con i quali desideriamo instaurare un rapporto soddisfacente e duraturo.

Come puoi vedere, si tratta di una relazione a doppio senso. Infatti ci piace dire che collaboriamo con i nostri clienti per fargli raggiungere il risultato desiderato.

Il modo migliore per garantire che il tuo progetto di traduzione sia un vero successo è quindi quello di stabilire una buona comunicazione con la persona che se ne occupa, rispettando il suo tempo e il suo lavoro.

Da parte nostra, ti posso assicurare che la soddisfazione del cliente, come per qualsiasi altra attività, è fondamentale: un cliente felice è il nostro miglior biglietto da visita!

Se vuoi contattarmi puoi scrivermi all’indirizzo info@mirtaboschetti.com. Sarò lieta di rispondere alle tue domande e di aiutarti a trovare la soluzione migliore per le tue esigenze.